Nativi Digitali Blogtour – 2° Tappa: La storia dietro il Booktrailer di “Valerie Sweets”

Carissimi Viandanti del Bosco,

è tempo di blogtour! Perché l’anima del viaggio non ci stanca mai, soprattutto quando ci sono i libri e gli sconti di mezzo.. certo, perché l’evento a cui il Bosco partecipa oggi, ospitando la seconda tappa del blogtour tragato Nativi Digitali Edizioni, è riservato non solo alla scoperta di alcuni dietro le quinte dei romanzi e degli autori, ma è anche ricchissimo di offerte!!

CALENDARIO

DataBlog OspiteContenuto
Originale
01/10/15Peccati di Penna“Pietre, Detriti, Macerie” – Spin-off di
Fernweh
02/10/15Il bosco dei sogni
fantastici
La storia dietro il Booktrailer di “Valerie
Sweets”
03/10/15Il mondo di SopraIntervista a Tristan Garden di “Storie di
un Viaggiatore Immortale”
04/10/15Le Recensioni della
Libraia
Celebrity Deathmatch, spin-off di “Anni
’90”
05/10/15Uno, nessuno e centomila
libri
Approfondimento sui personaggi di “Il
Giardino degli Aranci”
06/10/15Leggendo RomanceSpin-off I di “Una Vita a Colori”
07/10/15Il Momento di ScrivereIntervista a Michael Farner de “Lo Strano
Caso”
08/10/15La Fenice BooksPrequel di “Papà era un Bandito”
09/10/15Libri di Cristallo“Era la Mia casa”, racconto inedito
dell’autore di “Eroi del Silenzio”
10/10/15Cricche Mentali“Sarabanda”, spin-off di “Anni ’90”
11/10/15Fantasticando sui libriI Capitolo del seguito di “Storie di un
viaggiatore immortale”
12/10/15Il Piacere di ScrivereLa vera storia dietro a “Valerie Sweets”
13/10/15Delos BooksApprofondimento sulle Rune di “Il Cuore di
Quetzal”
14/10/15Cafè Litteraire da
Muriomu
Approfondimento sui luoghi di “Il Giardino
Degli Aranci”
15/10/15Ramingo BlogSpin-off II
di “Una Vita a Colori”

La tappa di questo viaggio è dedicata al romanzo

VALERIE SWEET

la gente mi chiede perché bevo

Scritto da Manuel Marchetti

Acquista Qui

in offerta a metà prezzo fino al 15/10/15

Prendete una dose di thriller, un’altra di fantasy, un pizzico di horror e una spolverata di comico. Aggiungete poi whiskey. Abbondante.

Lo scopo della tappa di oggi è quello di guardare oltre, oltre la copertina, oltre la sinossi, oltre le info sull’autore e.. soffermarci su quello che si cela dietro.

Dietro le quinte del booktrailer.

Parla Manuel Marchetti, autore del romanzo.

Sono sempre stato un appassionato di cinema e spesso mi è capitato di fantasticare come sarebbero su schermo le scene raccontate nei miei romanzi.

Ma non solo, mi piace anche immaginare come possa essere un eventuale trailer cinematografico, perché a volte quella breve sequenza di immagini veloci possono trasmettere anche più emozioni del film stesso. Non perché il film sia scadente, ma perché in quel trailer puoi vedere scene che aspetti da tanto tempo, che improvvisamente fanno aumentare il battito del tuo cuore, mentre una vocina ti risuona nella scatola cranica: Non manca molto. Se stanno dando il trailer ora, vuol dire che il film non è molto lontano, resisti. E nel frattempo, cosa che mi è capitata personalmente, forse un piccola lacrima sta concludendo la sua esistenza partendo da un occhio, lasciandolo per sempre per iniziare il suo breve ma intenso viaggio lungo la guancia.

E questo è uno dei motivi che mi hanno spinto a fare un trailer per il mio romanzo. È chiaro che con conoscenze e mezzi (più che altro euri, tanti euri) avrei fatto un diverso tipo di trailer, ma con mezzi e fondi limitati non posso che ritenermi soddisfatto del risultato.

Fortunatamente posso andarmene in giro a vantarmi di avere un regista, cosa che non è da tutti; un mio caro amico ha le conoscenze e le attrezzature adatte a realizzare qualcosa di ben superiore ad un semplice amatoriale, e ammetto che senza di lui non avrei nemmeno iniziato il progetto.

Ok, il regista e l’attrezzatura ci sono. La location! Fortunatamente frequento un pub a tema horror chiamato Dylan Dog Pub, quindi l’atmosfera era perfetta per lo stile un po’ dark del mio romanzo; mi è bastato prendere accordi coi proprietari, che hanno partecipato volentieri al progetto, e anche la location era a posto.

A quel punto veniva la parte più difficile: l’attrice. Dopo il rifiuto da parte di Scarlett Johansson, Milla Jovovich e Kate Beckinsale pensai di puntare su un’esordiente con meno pretese, iniziando a chiedere un po’ in giro se qualcuno conoscesse un’attrice con le giuste caratteristiche.

Effettivamente un nome venne subito fuori, ma non fu affatto facile all’inizio. Alla prima lettura del copione ho ricevuto un “ti faccio sapere” che sappiamo tutti che vuol dire una sola cosa… Ma in teoria non dovevo essere io a dire “le faremo sapere” alle attrici provinanti? Questo mondo va proprio a rotoli.

Resta comunque il fatto che le scrissi circa una decina di giorni dopo, giusto per farmi dare la conferma del suo rifiuto, senza neppure ricevere risposta. Che in realtà era una risposta molto chiara…

E quindi ripartì la ricerca di un’attrice da scritturare, senza troppi risultati, quando tre giorni dopo ricevo un messaggio: “Io se vuoi provo! Però ripeto: non prometto nulla perché non ho mai fatto nulla del genere.” E a quel punto è iniziato un po’ di tira e molla per convincerla del tutto, spiegandole che il trailer non sarebbe andato ad Hollywood e anche se le sue doti recitative non erano eccelse avrebbe funzionato ugualmente. Che poi son rimasto molto contento di come ha recitato, anche se qualcuno mi ha fatto notare il lieve accento romagnolo che forse si sposa poco ad una sbirra americana, ma credo che sia un dettaglio sul quale si può sorvolare.

E quindi il trailer di “Valerie Sweets – La gente mi chiede perché bevo” è andato a buon fine, mostrando allo spettatore a cosa andrà incontro leggendo il libro: una protagonista con il vizio dell’alcol che è costretta ad affrontare qualcosa di più che semplici criminali, raccontato direttamente dal suo punto di vista, proprio come se il lettore (o lo spettatore nel caso del trailer) fosse seduto al suo fianco al bancone del bar, gustandosi un buon whiskey mentre Valerie continua a raccontare la sua storia carica di assurdità.

Altre piccole curiosità:

1)    Durante il trailer l’attrice, ovviamente, non beve whiskey vero, altrimenti sarebbe entrata troppo nella parte; in realtà era dell’innocuo the al limone, anche se dopo averne bevuto mezza bottiglia si è rivelato non più tanto innocuo e siamo stati costretti ad interrompere le riprese per la pausa toilette.

2)    In certe scene si possono vedere due figure sfocate sullo sfondo, messe per dare l’impressione che nel locale ci fosse anche qualcun altro, essendo appunto un luogo pubblico. Uno dei due ha vinto il premio per “la migliore testa sfocata sullo sfondo, anno 2014”.

3)    La voce buffa della bottiglia di whiskey è stata registrata in diretta ed è quella dell’autore del libro, ovvero la mia. Alla fine del trailer doveva esserci una scena extra con la bottiglia che diceva: “E comprate questo libro, altrimenti verrò a casa vostra e vi spezzerò le ginocchia!” ma poi abbiamo deciso di sorvolare avendola ritenuta troppo demenziale.

4)    L’attrice, per essere più simile alla protagonista del libro, è stata truccata in modo da sembrare più vecchia e, per quanto possibile, un po’ meno attraente. Giuro, non sto scherzando.

5)    Durante la post produzione c’è stata una discussione riguardo il livello di volume audio utilizzato nelle scene dove vengono mostrati i mostri, che come potete sentire ora è già abbastanza alto; nel primo montaggio era più del doppio, causando quel tanto amato/odiato effetto film horror di serie b che causa un obbligatorio salto dalla sedia. La motivazione di tale sbalzo di volume in realtà non era intenzionale, ma era data da un problema all’impianto audio del mio regista che dimezzava il volume, costringendolo ad alzarlo ulteriormente, risultando troppo alto nei sistemi funzionanti.

Un enorme GRAZIE a Manuel Marchetti per averci raccontato il retroscena del progetto del booktrailer per il suo romanzo: ci sono passaggi davvero interessanti!! 🙂

Un GRAZIE a Nativi Digitali Edizioni per avermi coinvolta nell’ospitare una tappa in questo blogtour.. QUItrovate tutte le info per le tappe successive: ci sono tantissimi contenuti interessanti, freschi e particolari!

Ricordiamo che fino al 15 ottobre 2015 gli ebook che partecipano al tour sono in super promozione: approfittatene!!

Alla prossima!!

Lascia un commento